6.26.2008

Tutta questa bellezza senza navigatore

Certi giorni ci chiediamo è tutto qui, certi altri giriamo giriamo senza una meta, o per lo meno, ci sembra di avere una meta, un indirizzo, arrivare in un posto, ad una certa ora, via, cap, navigatore, stretta di mano, lavoro, facce. E' sempre un piacere quando si trova il posto subito, quando la meta è già delineata e non devi neanche produrre il minimo sforzo per arrivare a destinazione, destra, sinistra, destra stretto, 30 m. Arrivati. E' la meta della tua giornata, forse la terza, ma è sempre una meta e ci sei arrivato senza sforzi, certo serve per lavoro, per vivere, ma quella meta in realtà non lo è proprio perchè non te la sei guadagnata, te l'ha regalata il navigatore, non l'hai conquistata, ma probabilmente infatti non era una meta da conquistare. Penso che bisogna fare molta attenzione a scegliere le mete perchè ci portano in posti in cui forse non vogliamo andare, in cui siamo già stati e non troviamo niente di più, quindi godiamoci il viaggio, l'attenzione si sposta sul percorso e non sulla meta è quello il punto. Non fissiamoci con la meta altrimenti perdiamo il viaggio è quello che importa, l'ha sempre detto anche LIGABUE da cui ho tratto spunto per il titolo del post "Tutta questa bellezza senza navigatore" è una frase bellissima, io la interpreto come "Fai un viaggio ma non fissarti con le indicazioni per raggiungere la meta, c'è una quantità di bellezza esagerata che ti aspetta se sai apprezzare il viaggio", così come nella vita, se dovessimo guardare la meta, la fine non avrebbe senso, è quello che sta tra la partenza e la meta che importa. Se usiamo più spesso questo ragionamento le nostre giornate saranno molto migliori e a chi mi dice, cosa conta una giornata io faccio dei progetti, io rispondo che "La Giornat" è il viaggio ed è quello che conta, quello che ci fa apprezzare questa grande incredibile vita....

5 commenti:

Arkis ha detto...

clap clap clap.... un applauso a Mattia (dai che ce la fai!!) e un applauso al Liga!!

Res Variae ha detto...

Ha gia' smesso :D

La romagna ringrazia per lo scampato pericolo-tsunami asuhasuhuhas

Arkis ha detto...

ah, cmq complimenti per gli aggiornamenti quotidiani!! lol

...non ce la fa, non ce la fa...

Lumini Mattia ha detto...

Avete rotto il cazzo, uno scrive quando ha qualcosa da scrivere, il concetto di scrivo tutti i giorni è quello, comunque adesso è attivo, non come prima

Luca-no ha detto...

Io tutti i giorni lo intendo... "tutti i giorni"

Se invece vuoi scrivere quando hai qualcosa da scrivere ci dovevi dire "scriverò quando avrò qualcosa da scrivere" e non "ho 2.000.000 di cose per la testa e scriverò tutti i giorni... Così illudi la gente...

Io credo ancora che tu abbia visto veramente il Diavolo in Unreal!!!